About Point Fighting Cup

Storia del Point Fighting

La parola “Kick Boxing” (letteralmente “andare con il calcio e il pugno”) è nata negli Stati Uniti nel 1974 con il nome di “Full Contact Karate”.
In particolare, era il 14 settembre del 1974 quando a Los Angeles, nella Cow Sport Arena, si è svolta la prima gara professionale ed internazionale disputata tra un piccolo gruppo di combattenti Americani ed Europei.
Nel 1976, le stesse persone che avevano sponsorizzato la prima gara internazionale, hanno fondato la WAKO (World Association of all style Karate Organizations).
Nel 1978, a Berlino si è svolta la prima gara ufficiale a livello mondiale e successivamente, due anni dopo, si è svolta la seconda a Tampa (Florida).

Nel 1980, sono nate delle prime contraddizioni tra il Full Contact Karate e l’esistente Federazione del Karate; di conseguenza, per evitare il sorgere di problemi politici e sportivi che potessero sminuire la disciplina che stava emergendo, la WAKO ha deciso di rimuovere la parola “Karate” dal nome “Full Contact Karate” ed è proprio in questo periodo che è nato così il nome “Kick Boxing”.
Questa nuova parola riesce a dare immediatamente l’idea di cosa stanno facendo i combattenti: letteralmente “andare con il calcio e il pugno” (in quanto la traduzione dall’inglese di “kick” è “calcio, calciare” e di “Boxing” è pugilato, pugno).
Inoltre, l’acronimo WAKO rimase come logo originale, affiancato però dalle nuove parole “World Association of Kickboxing Organization”.
Inoltre, un’altra ragione del perché la parola “karate” è stata rimossa dalla associazione con la parola kickboxing risiede nel fatto che oltre al full-contact, la kickboxing ha adottato altre specialità quali il semi-contact e il light-contact.
Conseguentemente, con il corso degli anni la parola “kickboxing” è diventata un nome che raggruppa diverse specialità: Point Fighting, light-contact, full-contact, low-kick, forme musicali, k1 rules, aero-kickboxing and kick-light.
In particolar modo, la peculiarità del Point Fighting, che è la nostra disciplina, è che il combattimento si ferma non appena un atleta ha colpito l’avversario. Il punteggio che viene assegnato dipende dalla tecnica che l’atleta ha utilizzato.

Oggi, l’attuale presidente della federazione italiana FIKBMS è Donato Milano e il presidente della federazione WAKO è Borislav Pelević (Serbia).

Infine, è possibile sottolineate che oggi la kickboxing è diventata una disciplina di notevole successo, diffusa in tutto il mondo è praticata ogni giorno da milioni di persone. Infatti, la federazione WAKO comprende 110 Paesi presenti nei 5 continenti ed è l’unica disciplina nel mondo del combattimento che ha partecipato alle olimpiadi africane e ai giochi asiatici indoor nel 2007.

0
Edizioni
0
Nazioni Partecipanti
0
Iscrizioni
0
Combattimenti
0
Società
0
Euro di montepremi

Cos'è la Point Fighting Cup

Una delle gare internazionali più belle al mondo

La Point Fighting Cup è un evento straordinario che si svolge ogni anno a Castellanza (Milano).
E’ il primo evento in Italia dove è presente solo un’unica disciplina, quella della point fighting, ed è la prima gara dove:
– c’è una diretta streaming,
– tutte le finali di tutte le categorie si svolgono sopra una pedana rialzata,
– c’è il Grand Champion, che è riservato solo per i vincitori di ciascuna categoria;
– i Tag Team sono per i cadetti, Junior and Senior.
Alla Point Fighting Cup, alle finali del Grand Champion, Open e dei Tag Team si combatte a torso nudo! Inoltre, i vincitori vengono ricompensati con un cospicuo monte premi in denaro e regali.

Categorie esclusive

GRAND CHAMPION TATAMI PRO INTERNATIONAL:

Questa categoria è riservata solo ai vincitori delle categorie senior di tutte le cinture. I combattimenti verranno decisi dall’organizzatore della gara che provvederà ad abbinarli cercando di equiparare il più possibile il peso.

OPEN:

Questa categoria è aperta a tutti gli atleti sopra 16 anni, ma non può accedere il vincitore del Grand Champion.

THE ONE:

Questa Categoria è solo per il vincitore del Grand Champion e per il vincitore dell’Open.

TAG TEAM:

Ci sono Tag Team per Young Cadets, Old Cadets, Junior and senior.

In ogni squadra ci devono essere 3 o 4 atleti.

REGOLE: GRAND CHAMPION TATAMI PRO INTERNATIONAL, OPEN, THE ONE e TAG TEAM

Diversamente dalle regole ufficiali della WAKO in merito al Point Fighting:

*tutte le uscite verranno penalizzate con -1punto,

*non si applica la regola della squalifica dopo la quarta uscita,

*se un atleta, durante il combattimento, chiede il tempo, il combattimento si ferma e successivamente riprenderà al tempo esatto in cui era stato fermato,

*nel Tag Team, in ogni squadra ci sono 3 o 4 persone e in ciascuna squadra almeno 3 atleti devono fare una azione,

*nel Tag Team, il cambio con il compagno di squadra avviene toccando la mano,

*tutte  le finali si svolgeranno solla pedana rialzata: gli uomini combatteranno a torso nudo e le donne in top.